Siamo tutti Napoleone Bonaparte

null
Cari amici della rete, sto leggendo un libro su Bonaparte: Lezione napoleoniche, anzi l’ho iniziato a leggere ieri e oggi e gi࠮elle mani del mio amor. E’ vero, l’avevo comprato per lui, ma gli avevo anche detto che avrei voluto finirlo di leggere. Il famelico, invece, se n’è subito impossessato.
Insomma, avrei voluto passare la serata leggendo e beandomi del Corso, ma, non potendo, vi svelo un segreto: sono la rincarnazione di Napoleone!! Credo di non essere la prima ad avere questi pensieri, ma tant’è…
Il Bonaparte, se si esclude il fatto di non aver mai conosciuto la pigrizia e di essere stato un tipo ambiziosetto, mi somigliava parecchio. Certo io al contrario di lui sono dotata di ciglia e sopraciglia …
Il fatto è che era davvero un tipo strano, amava il potere ma solo come strumento per fare cio che aveva in mente e lui aveva in mente sempre ottime idee, una montagna di ottime idee. Capiva gli esseri umani, gli esseri umani in generale, ma soprattutto ogni essere umano in particolare. Ascoltava tutto, s’ informava su tutto, leggeva tutto. E capiva la complessità calcolava ogni cosa, tenendo conto di un’infinità di fattori e a questi, aggiungeva sempre il caso. Certo non contemplava l’amore tra i suoi impegni, lo riteneva una turbativa ai suoi piani – e del resto come dargli torto. Però amava la vita. Quest’ ininterrotto susseguirsi di possibilità. E non ne sprecava un frammento. Il tempo era la sua unica vera ricchezza.
Ovviamente né io né nessun altro sulla terra in questo momento, a parte forse Flavio Briatore, abbiamo il suo coraggio, la sua dedizione a cio che la mente sogna, la sua magnetica attenzione a fatti e cose, la sua apertura a ciò che la vita genera. Ma anche così tutti noi siamo Napoleone. Dentro ognuno di noi c’èa possibilità di comprendere ogni cosa e di trasformarla… o almeno questo è ciò che credo, quello a cui più credo.

1 Commento

  1. buonaparte

    hai ragione; sottoscrivo in pieno. se permetti, ti consiglio “Il figlio dell’Impero” della Sanvitale, ed. Einaudi.
    saluti napoleonici, Buonaparte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *