La nuova onda


La manifestazione di oggi è stata talmente bella, talmente grande… I lavoratori della scuola erano moltissimi ma chi mi ha preso il cuore sono stati gli studenti, i medi soprattutto. Con i loro cerotti sulle guancie, la voglia di rivendicare il loro diritto al futuro e la capacità di lottare e e di divertirsi nello stesso istante.
Ho visto anche fascistelli aggirarsi per il corteo, perché non c’era nessun’altro luogo dove andare oggi a Roma. Sono stati risucchiati dalla manifestazione. Ma erano molto giovani e non avevano camion alle spalle con dentro le spranghe …
Questo per dire, che dopo tanti anni mi è sembrato che le idee di giustizia sociale e di dignità di chi lavora e studia abbiano di nuovo preso il sopravvento. Mi è sembrato che i ragazzi siano usciti dagli stadi e dalle bische, siano saltati giù dai muretti e abbiano deciso di giocare un gioco più grande.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *